Cogne : Procura, applicazione indulto   1 comment


  TORINO, 22 MAG – La procura generale di Torino oggi ha chiesto l’applicazione dell’indulto x Anna Maria Franzoni. L’iniziativa e’ dettata dalla norma. X la madre di Samuele, questo comporta 1 sconto di 3 anni della pena. Intanto, la Franzoni ha passato la prima mattinata in carcere, tra gli uffici e la cella. La donna avra’ 6 colloqui al mese con i figli. 1 striscione innocentista e’ apparso all’esterno del carcere. Devo dire ke, nonostante ank’Io lo sia, non è x questo ke voglio intervenire in proposito! Ma è solo x 1 senso di giustizia universale ke voglio far notare ke questa donna, nonostante non esista alcuna prova certa della sua colpevolezza, è appena stata condannata a ben 16 anni di reclusione, lontano dalla sua famiglia e dai suoi figli, ke non credo stiano meglio senza di Lei ! E poi non era ke, si è innocenti fino a prova contraria ?! E questa famosa prova, in questo caso, quale sarebbe ?! Ma se sono stati proprio gli stessi  R.I.S. ad inquinare la scena del delitto con i loro incessanti andirivieni senza risultato alcuno, visto ke neanke l’arma hanno mai trovato… ! Ed ora, la cassazione se ne esce così a sorpresa, contro 1 madre già provata dalla perdita di 1 figlio e dalla pressione mediatica derivatane, ma x loro mai abbastanza, evidentemente ! Eppure era già stata scarcerata e proprio x mancanza di prove ! Certo ke, l’ingiustizia della giustizia italiana, non finirà mai di stupirmi… !

Cogne : Procura, applicazione indulto –

Annunci

Pubblicato 23 maggio 2008 da Fiore-SanRemo in Notizie e politica

Una risposta a “Cogne : Procura, applicazione indulto

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. ciao! finalmente ho avuto il tempo di lasciarti un commento!! grazie per i complimetni sul mio blog, e complimenti a tua volta per queste pagine davvero interessanti!! Ecco però che ora arriva la polemica: Anna maria franzoni!! credo che per una volta la giustizia italiana abbia funzionato, per così dire… trovo giusto che lei si trovi in carcere!!  e questo perchè, chi altri può essere stato ad uccidere il povero Samuele? ora non voglio schierarmi come tutti da una parte contro l\’altra, però bisogna analizzare i fatti. Quindi, a parte tutto quello che hai detto, bisogna considerare che quando era accusata, è sempre stata libera di fare quello che voleva!! per chi non lo sapesse, lei ha poi avuto un secondo (o meglio terzo) figlio, considerando che per la legge italiana, se fosse stata colpevole  mentre era incinta, non sarebbe andata in prigione prima di due o tre anni!! Non contiamo poi il fatto che un presunto criminale si sia presentato liberamente in televisione per avere l\’opinione pubblica dalla sua!! cioè, ma solo in Italia succede?? Si è mai visto che un\’indagato d\’omicidio che va in tv a piangare?? ma dai!!! altro dettaglio, fondamentale direi, è che la Franzoni è parente di un\’illustre politico (di cui ora non ricordo il nome.. mi sembra Prodi, ma potrei sbagliarmi!!), e che, guarda caso, è stata difesa da Taormina, l\’avvocato italiano più costoso, che, chissà come mai, dopo un pò abbandonò l\’incarico!! E\’ giusto quindi parlare di cosca criminale, che ha fatto di tutto per evitare la galera ad una\’assassina, perchè di questo si tratta, solo perchè aveva un nome importante!! E, infine, quando si parla di prove contraffatte, non sapremo mai la verità, però un piccolo quesito: mettiamo che non sia stata lei a uccidere Samuele, allora chi è stato?? Si dia il caso che in Italia (a differenza dell\’America) non costituisca prova giuridica la ripresa satellitare, riprese che hanno dimostrato che, durante il tempo trascorso per commettere l\’omicidio, nessuno sia uscito di casa o entrato… quindi, facendo due più due… è facile intuire la verità, una verità che racconta di una madre che ha assassinato il figlio, un fatto come tanti che accade "quotidianamente" in questo nostro mondo malato… e non stò nemmeno a parlare del fatto che ora, pur essendo in prigione, possa avere libertà come hai detto te, di guardare i figli 6 volte al giorno… vorrei proprio vedere se tutti i carcerati, possono permettersi certe cose… perchè è questa la giustizia, perchè al mondo la giustizia NON è uguale per tutti… e per una volta che questa lo diventa, sono davvero contento che sia così…
    p.s. scusa i toni, ma questo è un\’argomento che mi fa piuttosto infervorare!!! alla prossima 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: