Ecotariani, ovvero : il cibo ke non nuoce al pianeta   12 comments


                                                                 
Christy & Paul Clark, gli “ecotariani” + famosi ! 
Altro ke vegetariani ! La tendenza del momento è essere “ecotarians, ke in italiano può essere : “ecotariani” ed il termine, è meno sciocco di quanto possa sembrare ! E’ stato infatti coniato nel 2005, niente-di-meno ke da 1 èquipe di ricercatori dell’Università di Oxford ed indica tutti quegli individui ke si nutrono esclusivamente di cibi sostenibili, cioè prodotti in modo esclusivamente ecologico e con particolare attenzione alle fonti energetike ! Della serie : “il Pianeta è quello ke mangiamo”, il motto degli “ecotariani” è : “mangiare senza danneggiare l’ambiente”, ke vuol dire acquistare e cibarsi di ingredienti prevalentemente organici (BIO), venduti non lontano dalla produzione stessa, ovvero a “filiera-corta”, quasi a “kilometraggio-0” e non mangiare carne, ma niente a ke vedere però, con la macrobiotica, col vegetarianesimo o con la causa-vegan ! Quello ke conta x gli “ecotariani”, è capire la storia ke c’è dietro ogni singolo ingrediente e quanta parte d’inquinamento essa produca, nel suo processo di produzione ! Prendiamo 1 pomodoro come esempio : se viene da lontano, significa ke è stato trasportato, ke x farlo arrivare sulla nostra tavola, il camion nel suo trasporto, ha emesso non poco CO2 nell’atmosfera e se poi il pomodoro non fosse neanke biologico, sarebbe pure stato trattato con pesticidi, quindi all’inquinamento risultante dal suo trasporto, si sommerebbe quello della terra in cui è stato coltivato e dei corsi d’acqua adiacenti e/o falde acquifere sotto-stanti ed 1 soluzione possibile, almeno x ovviare al trasporto su gomma, sarebbe quello su rotaie, molto meno inquinante ! In Italia fortunatamente, questa tendenza stà prendendo piede, com’è dimostrato dai molti negozi di prodotti organici sparsi nel Paese, però manca ancora la presenza di esempi forti, come quello dell’australiana Christy Clark, il cui blog è diventato la bibbia degli “ecotariani” di tutto il mondo, x le cose ke dice ma soprattutto x la passione ke ci mette ! Il cibo insomma, resta pur sempre 1 dei + grandi piaceri dell’uomo, ma deve diventarlo anke x il Pianeta !  Mostra mercato degli stili di vita ecosostenibili in : http://www.promiseland.it/view.php?id=3057 
  
(vedere : www.bairo.info; http://www.nopod.blogspot.com/; http://indiwo.in.com/india/features/harmony-in-life-life/hot-trend-ecotarianism/47961/0 ; http://www.consumoconsapevole.org/campagne_informative.html ;)(vedere precedentemente in : Organizzazioni :”Rivelazioni”)                                                                                                                                                                                                                                                                                              
Annunci

Pubblicato 19 dicembre 2008 da Fiore-SanRemo in Cibo e bevande

12 risposte a “Ecotariani, ovvero : il cibo ke non nuoce al pianeta

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. noi non riusciremmo mai a non mangiare carnbe, tanto di cappello a sti due signori.

  2. io la penso come Alessandro Giova, sia quando dice "inizio un po a perdermi" e sia "personalmente spero che questo tipo di scelte diventino una scelta di coscienza più che una moda". Ma la penso anche come Bruce, ha detto tante cose molto vere (secondo me) e concordo pienamente! Ciao Fiorellino ..bacinooo ino ino

  3. GRAZIEEEEE Amikonaaaaa sei sempre molto gentileeeeeeenon ho ricevuto il video ma ti ringrazio lostessoooooooooo del pensieroooooose vuoi poi ti mando l\’invitograzie milleeeeee e tanti auguriiiii BUONE FESTE A TE E FAMIGLIABUON NATALEEEEEEEEEEuna card http://www.riversongs.com/christmas/ave-maria-mother-mary-baby-jesus.htmlgrazieeeeeeee a presto un abbraccioooooooooooo

  4. P.S. = E come già incitavo a fare nel mio post sul riciclaggio della carta, anke acquistando prodotti eco-solidali alimentari e non, si aiutano le popolazioni dei paesi meno rikki, ad avere le risorse x poter soluzionare la Loro vita in loco senza dover emigrare e 1 aiuto concreto è anke quello di dargli modo di coltivare la Loro terra e di rendersi così indipendenti !!!

  5. Non è mia abitudine rispondere in loco ai commenti ke gli amici regalano ai miei post, ma in questo caso farò 1 eccezione x rispondere all\’amico Bruce col suo simpatico cane : Io sono sempre stata la prima a dire ke solo vivendo si inquina, quindi il significato di mangiare ecologico, è quello di cercare di arrecare il male minore al pianeta x cibarsi, facendolo evitando la carne x non alimentare gli allevamenti intensivi, prediligendo gli alimenti "organici" nel senso di biologici e/o biodinamici, cercare di servirsi da campagne vicine a dove si abita, oppure scegliendo nei mercati i prodotti regionali, evitando quelli d\’importazione o comunque di lontana provenienza, ecc. ecc. senza estremismi, ma cercando sempre di procurare con le nostre scelte, il minor impatto possibile sull\’ambiente ! Poi se invece si vuole polemizzare ad ogni costo su tutto, allora sappi ke nè gli africani nè tantomeno gli eskimesi, hanno mai avuto bisogno dell\’uomo bianco x sopravvivere, anzi ha portato Loro solo disgrazie, malattie e rovina ! Se é 1 moda Io non lo so, ma se è così, allora ben vengano certe mode costruttive !!!

  6. Ne ho sentite tante di mode ma questa le supera tutte. …."Mangiare ecologico ….. senza danneggiare l\’ambiente": Non ho capito cosa significa. Se per ecologia si intende rispetto dell\’ambiente, l\’unico modo per farlo è la raccolta differenziata dei rifiuti e il trattamento delle acque nere che sono i residui organici maggiormente inquinanti del pianeta. Se soltanto immaginiamo quanti miliardi di essere viventi generano rifiuti organici dispersi nei fiumi e nelle falde."… particolare attenzione alle fonti energetiche". Anche qui non ho capito il senso. Sembra una frase buttata lì per caso Anche arare e mietere un campo di grano produce spreco di energia ed emissione di anidride carbonica. A meno che non ritorniamo all\’aratro con i buoi ed alla falce, ed il trasporto con carri trainati da cavalli."…cibarsi di ingredienti prevalentemente organici". Non ho mai visto persone cibarsi di ingredienti inorganici."…cibarsi di prodotti non lontano da casa (ovvero a kilometraggio 0 !)". Cara Fiore mi devi scusare questa affermazione ha del grottesco. Ma te lo immagini cosa significa su scala mondiale? Gente che vive nelle metropoli, nelle aree desertiche, in aree depresse. E soprattutto la dieta sarebbe squilibrata venendo a mancare prodotti fondamentali e variegati per una sana alimentazione. Te lo immagini i paesi africani, gli esquimesi? Alcune popolazini non mangeranno mai pesce, altri mai latticini, altri mai vegetali, altri mai frutta, alcuni mai carne. E questo sembra normale?"… e non mangiare carne !" Questa invece sembra una ossessione. "In Italia la moda stà x esplodere": Esatto. E\’ soltanto un\’altra moda.Altre considerazioni:"Auto produzioni": Un miliardo di persone a coltivare il suo orticello con verdura , il suo recinto per le galline, il suo pozzo per l\’acqua, il suo forno?X alessandro: "L\’allevamento è una delle forme più dannose per l\’ambiente". Basta far rispettare le ordinanze in materia. Anche tutti gli animali in libertà nel mondo inquinano. Ed anche l\’uomo con i suoi ecrementi ed emissioni di gas. Il problema è l\’uomo stesso e la mancanza di rispetto delle norme ambientali, perchè se guardi il mondo dalla parte degli animali che hanno dominato la terra per milioni di anni siamo noi e non gli animali ad inquinare il pianeta.

  7. Sembra buono……mi chiedo però se il cioccolato e i dolci sono permessi.Non vivo senza.Ah, dimenticavo……che sono morta.E morto è stato per giorni il pc…Ti lascio un sorriso, ed il mio saluto Morticia

  8. Ah dimenticavo, come puoi vedere da artisti preferiti e playlist, anch\’io preferisco il rock e mi piace molto poco il rap in particolare i rappers italiai. Gli unici che tollero sono appunto Frankie hi nrg e Caparezza, perchè mi piacciono molto gli argomenti che trattano ed i loro testi, hanno una capacità dialettica unica, in una loro canz ci sono più parole che in un intero album di un quasiasi cantante, in particolare di POP, con citazioni e metafore molto azzeccate e che denotano una certa cultura. DIN DON l\’ho messa con tanto piacere perchè è letteralmente uno spot gratuito ad emergency, non esiste un disco di quella canz e lui non ci prede niente, l\’ha semplicemente scritta per ricordare alle persone che se spendiamo centinaia di € tra "cavaturaccioli" e giardini zen in miniatura… 5 € a quei poveri pazzi di Gino Strada & Co per curare bambini nel mondo gli si possono anche dare.Come dicevo non vende quel disco l\’ha semplicemente scritta per sesibilizzare la gente e chi vuole la scarica gratuitamente dal suo sito e la fa circolare al solo e semplice scopo divulgativo.

  9. Alessandro,partirò dalla fine, PAROLE SANTE l\’autocosumo, l\’autoproduzioe, quando si può (e in tanti casi lo si può fare quasi tutti), è la soluzione migliore. E io per fortuna ho la possibilità di coltivarmi ciò che voglio.Premetto, io non sono contro i vegetariani. Per loro convizione, formazione, credo, ciò che vuoi, pensano che mangiare animali o prodotti di animali sia sbagliato.. Non condivido, ma è libertà di pesiero. Io personalmete ritengo che se la natura ci ha fatto onnivori, non c\’è niente di ripugnante nel cibarsi di animali, se un giorno avrò mai un figlio sono sicuro che gli darò da mangiare latte, uova e carne, per quella che è la mia formazione culturale/scientifica ritengo siano alimenti indispesabili.Per l\’allevamento ti ringrazio della spiegazione, il mio commento precedente non voleva essere una critica, ma un chiedere per capire e imparare qualcosa di nuovo. Per gli allevameti intensivi condivido il tuo discorso, se so preferisco non mangiare aimali che vivono rinchiusi un una gabbia qualche cm più grande di loro e che non fano altro che magiare, cagare e fare latte o uova senza mai vedere la luce del sole, o le oche che vengono letteralmente ingozzate con l\’imbuto per fare il foie gras e quindi non "sovvenzionare" tali allevamenti. Però appunto se sapessi che nelle mie zone c\’è uno che alleva polli maiali o mucche, come l\’esempio che fai tu di latina, in maniera "naturale", che pascolano, che si cibano di foraggio e al massimo di fieno per l\’inverno e non di mangimi ipercalorici iperproteici, magari anche con derivati di carne o pesce come è accaduto (sono un agronomo ho studiato anche l\’allevamento degli animali); ancrei tranquillamente da lui ad acqiustare la carne, e ti dirò che ho seri progettidi farmi ua "piccola fattoria" con qualche animale da cortile, già visto no è troppo difficile, basta un po\’ di voglia e di tempo da dedicargli invece che guaradre TV, andare a fare shopping o perdere domeniche intere ai centri commerciali (cose che per fortuna già non faccio :-D).Le varie correnti di pesiero, io ci ho rinunciato. La mia preferita rimane la cucina tradizionale, ma sono curioso e quindi vado spesso in qualche ristorante "alterativo" e devo dire che in genere mi piace anche. Non mi piacciono estremizzazioni e limitazioni che non capisco o condivido.Fiore grazie della risposta stasera guarderò il video.Ripeto post interessante e argomenti piacevoli e utili su cui discutere.

  10. il nesso è che le mucche conusmano una grande quantità di acqua e cereali. Più di quanto ne occorerebbero per sfamare uomini e animali selvatici. L\’allevamento è una delle forme più dannose per l\’ambiente, riconosciuto anche dagli economisti che sostengono che l\’allevamento è causa di grandi costi sociali che, a loro avviso, dovrebbero essere inclusi nel costo di produzione invece vengono ignorati..certo io inizio un po a perdermi. Quindi tra un mangiare biologico o un mangiare eco che differenza ci passa, il trasporto solo o c\’è dell\’altro?? Una soluzione è senz\’altro farsi un orticello per conto proprio, coltivare pomodori è relativamente facile e bastano poche piante ben curate per avere buoni frutti. Anche le zucchine sono un prodotto molto redditizzio. Personalmente spero che questo tipo di scelte diventino una scelta di coscienza più che una moda… e se volgiamo dire, in molte zone d\’itlia ci sono gia degli ecotariani, sono quei coltivatori votati all\’autosuffienza che si trovano in provincia di latina o nel sud del paese. Hanno tutto quello che gli serve, ed anche se ogni tanto comprano qualcosa non km zero o si mangiano un pollo allevato da loro stessi, l\’impatto che hanno è molto lieve. Dovremmo imparare e prendere esempio da loro. L\’autoconsumo è la forma più sostenibile che esiste.

  11. Concordo in pieno e in minima parte, per quello che ci riesco lo faccio già, ma non capisco il non mangiare carne, se non vuoi magiare animali OK, ma se una mucca è allevata al pascolo secondo metodi naturali e non disboscando foreste… non ci vedo il nesso con la sosteibilità ambientale.Comunque post interessante.CIAO

  12. Ma che belle fragole!!!!bè devo dire che le fragole di quelle dimensioni nel mio giardino non ci verranno mai..mi dovrei accontentare di quelle piccoline!!!!:) Grazie per gli aggiornamenti interessanti che ci offri!!!1 abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: